#Tucomelousi

Flavia Valentini, vincitrice per la Giuria Tecnica del Concorso
“Grana Padano. Tu come lo usi”, prepara 12 gustose ricette a base di
Grana Padano DOP, insieme alla critica gastronomica Roberta Schira,
in questa nuovissima serie, premio del concorso #Tucomelousi

 

Prima puntata
Imbutini all’oro di Grana Padano DOP

Ricetta per 4 persone

Per imbutini:
200 g di farina 00
100 g di farina di semola rimacinata
3 uova
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
Sale

Per il condimento:
100 g di Grana Padano DOP 12 mesi grattugiato
3 rossi d’uovo
70 g di burro morbido
3 zucchine
20 punte di asparagi

Procedimento
Impasta tutti gli ingredienti sino a che non si forma un palla di consistenza soda. Fai riposare una ventina di minuti. Stendi diverse sfoglie con la macchina per la pasta lasciando uno spessore medio (penultimo tassello). Con un tappo o un bicchierino da liquore forma tanti cerchi di pasta e avvolgili sul dito medio uno per uno premendo tra le due dita indice e pollice sino a che non avrai creato un piccolo imbuto. Appoggia su un tagliere. Metti sul fuoco una pentola capiente con acqua bollente salata. Nel frattempo prepara la salsa. In un frullatore ad immersione inserisci burro fuso, i tuorli e alla fine il Grana Padano DOP. Controlla il sale. Butta a cuocere gli imbutini per qualche minuto. Intanto avrai tagliato a julienne fine la buccia verde delle zucchine e avrai sbollentato le punte degli asparagi. Condisci la pasta con la crema di Grana Padano DOP ed eventualmente aggiungi un poco di acqua di cottura. Finisci il piatto aggiungendo i coriandoli di zucchine e decora con le punte di asparagi.

Abbinamento: RIESLING vino morbido di media struttura, fresco e sapido che si abbina alla tendenza dolce del piatto e agli asparagi presenti.

Seconda puntata
Risotto con brodo di Grana Padano DOP al profumo di limone e cannella

Ricetta per 4 persone

Per il risotto:
320 g di riso Carnaroli
Grana Padano DOP Riserva (a piacere)
1 grossa cipolla
1 cucchiaio di olio evo
2 limoni non trattati
60 g di burro per mantecare
1 pezzo di cannella
sale

Per il brodo di Grana Padano DOP:
8 croste di Grana Padano DOP

Procedimento
Pulisci bene le croste di Grana Padano DOP con un coltello seghettato e sciacquale accuratamente sotto l’acqua corrente. In una pentola copri le croste con l’acqua e porta a bollore, cuoci per circa un’ora. Aggiusta di sale, poi filtra il brodo attraverso un colino per eliminare impurità. Se ti avanza puoi conservarlo in frigo in un barattolino di vetro per massimo una settimana o nel congelatore. Nel frattempo in una risottiera fai imbiondire con pochissimo olio e un poco di acqua la cipolla sminuzzata. Quando sarà ridotta a poltiglia versala in una ciotola ed eventualmente frullala a crema. Aggiungendola alla fine il risotto è più digeribile. Nella stessa risottiera aggiungi il riso e fai tostare per 3 minuti, poi aggiungi il brodo lentamente poco per volta. Dopo 12 minuti spegni il fuoco, controlla il sale aggiungi la crema di cipolla, il pezzetto di burro e mescola velocemente. Copri e lascia riposare per 3 minuti. Distribuisci nei 4 piatti e prima di servire grattugia i limoni su tutta la superficie del piatto e spolvera con un pizzico di cannella grattugiata al momento.

Abbinamento: SAUVIGNON vino bianco, profumato, fresco, sapido e con la necessaria personalità gusto-olfattiva che il piatto richiede.

Terza puntata
Linguine al nero di seppia con pesto di sedano e Grana Padano DOP

Ricetta per 4 persone

350 g di linguine al nero di seppia
100 g di Grana Padano DOP Riserva grattugiato
100 g di mandorle tostate
60 g di sedano a pezzetti
60 g di foglie di sedano
10 cucchiai di olio evo
Sale e pepe
Per la finitura del piatto
8 code di gambero

Procedimento
Metti sul fuoco una pentola capiente con acqua bollente salata. Nel frattempo, inserisci nel boccale del frullatore le mandorle e tritale grossolanamente, tienine da parte una manciatina come decorazione. Continua a frullare il tuo pesto aggiungendo il Grana Padano DOP, l’olio le foglie di sedano e la costa. Frulla sino ad ottenere una crema. Controlla sale e pepe. Butta la pasta, scola bene e condisci le farfalle aggiungendo i gamberi scottati e la granella di mandorle.

Abbinamento: SAUVIGNON vino bianco, profumato, fresco, sapido e con la necessaria personalità gusto-olfattiva che il piatto richiede

Quarta puntata
Pagnottelle morbide al Grana Padano DOP e olive taggiasche

Ricetta per una ventina di panini

350 g di farina 00
150 g di farina di semola rimacinata
150 g di Grana Padano DOP Riserva
1/2 bustina di lievito di birra in polvere
300 g di acqua tiepida
100 g di latte circa
20 olive taggiasche denocciolate
1 cucchiaio raso di sale grosso
1 cucchiaino zucchero

Procedimento
Impasta bene tutti gli ingredienti, sciogliendo il lievito nel latte tiepido misto ad acqua. Lascia riposare per 2 ore circa. Trita le olive taggiasche grossolanamente. Riprendi in mano l’impasto e forma tante pagnottelle grandi come una grossa noce, inserendo un cucchiaino di olive taggiasche tritate. Sistema le pagnottelle su una teglia precedentemente oliata e infarinata e lascia riposare per la seconda lievitazione almeno due ore. Al termine metti in forno a 220° per 15’. Accompagnare con Culatello Dop o affettati a piacere.

Abbinamento: GIN TONIC le cui note profumate del ginepro e dei botanicals si abbinano perfettamente all’aperitivo a base di pagnottelle